Un mondiale all’insegna della tattica e dei calcoli? Neanche per idea gringos! In Texas non si scherza e dalla partenza del mucchio selvaggio è finita in duello all’ok corral tra Valentino Rossi e Alex Rins.

E Marquez? Non c’è sceriffo in America che possa opporsi a questo cowboy. Solo l’imbizzarrirsi del suo puledro d’acciaio ha potuto trascinarlo nella polvere. Una moto che non ha voluto saperne di ripartire e che lo ha lasciato sdraiato su una via di fuga. A niente sono valsi i tentativi di rimetterla in moto, la pedalina rotta e la ruota posteriore che si inchioda ad ogni tentativo hanno tagliato fuori il campione spagnolo dalla lotta per la vittoria.

Non è quella di Mark l’unica Honda che ha tradito il proprio cavaliere. Anche Cal Crutchlow è stato scalciato via a pochi giri dall’inizio, in un incidente dalla dinamica molto simile a quella del team leader.
Poche tornate e tocca al nuovo pilota della casa dell’ala abbandonare la pista. Non era una gran gara quella che stava correndo fino a quel momento Jorge Lorenzo, ma mentre cercava confidenza con il messo intorno a metà classifica è stato abbandonato dalla propria moto.
Cosa è successo? Non ci è dato saperlo. L’unica notizia che abbiamo è che il problema pare non aver a che fare con la perdita della catena che ha colpito in occasioni precedenti sia Mark, sia lo stesso Jorge. La moto è stata portata di corsa, avvolta in un telo nero, nel box Honda e nessuno ha potuto sbirciare alcunchè.

Welcome space cowboys!Pistole (ma soprattutto pneumatici) fumanti in Texas. Il buono, il brutto e il cattivo non erano nessuno in confronto ai pistoleri che hanno sparato tempi da paura sulla pista di Austin. Ed ora... è stallo alla messicana.

Ma per tre piloti che piangono ce ne sono altrettanti che ridono.

Andrea Dovizioso poggiava torvo in sella prima dello spegnersi dei semafori e dopo una strategia sbagliata in prova che lo aveva costretto alla dodicesima casella, niente avrebbe potuto fargli presagire che la luce sarebbe tornata su quella pista. Esattamente come è tornato a splendere il sole alla domenica dopo i fulmini del sabato, la sua giornata è tornata a colorarsi di gioia con la testa del mondiale. Le cadute dei piloti Honda, ma soprattutto la sua grande capacità di far digerire alla Ducati una pista che non ama lo hanno portato al traguardo in quella quarta posizione (seguito da un solidissimo Morbidelli) che ora gli vale il primo posto nella classifica iridata.

E poi? E poi il meglio. Il vecchio leone e il giovane tigrotto che spingono per tutta la gara e accendono il duello nelle ultime quattro tornate.

Valentino Rossi e Alex Rins consumano anche le gomme di scorta, alla ricerca del giro perfetto per staccare l’avversario e correre gli ultimi chilometri in (se così si può chiamare) serenità. Ma niente, pieghe al limite e staccate millimetriche fino all’ultimo giro per strapparsi l’un l’altro la vittoria. Fino all’ultima curva, fino all’ultimo miglior tempo (Vale ha battuto sotto i 2.5), fino alla vittoria del tigrotto, che esplode di gioia per la sua prima vittoria mondiale, proprio davanti al Maestro del maestri.

“Ho dato il 103%” dice il Dottore “avrei potuto dare il 120, ma avrei rischiato di stendermi per vincere, e sarebbe stato un peccato”.

E lo sarebbe stato sul serio perchè ora non ci troveremmo di fronte a questo stallo alla messicana. Tre piloti e tre moto diverse sul primo gradino del podio dopo le prime tre gare. Quattro piloti in 10 punti alla testa del Mondiale. Diavolo quanto ci piace questo inizio!

#TheSpeedOfLight è veramente qui.

Blog | Le simpatiche canaglie

Ok, Marc c'è sempre.
Ma questi ragazzi terribili?

Leggere di più


0 Commenti5 Minuti

Gallery | Jerez

Le immagini della gara a Jerez

Leggere di più


0 Commenti1 Minuto

Gallery | Austin

Le immagini della gara in USA

Leggere di più


0 Commenti1 Minuto

Gallery | Argentina

Le immagini della gara in Argentina

Leggere di più


0 Commenti1 Minuto

Gallery | Qatar

Le immagini della gara in Qatar

Leggere di più


0 Commenti1 Minuto

Blog | Argentina Highlights

I momenti più carichi di adrenalina, i protagonisti, i sorpassi.

Leggere di più


0 Commenti1 Minuto

Blog | Moto…Eh!?

Parte? Non parte? Si infittisce il mistero sulla MotoE.

Leggere di più


0 Commenti2 Minuti

Blog | Dovi centra la prima

Acceleratore a cannone e allo spegnersi dei semafori scatenate l’inferno.

Leggere di più


0 Commenti4 Minuti